L’Aido (Associazione donatori organi) Piemonte è presente al campo nazionale dei giovani esploratori ed esploratrici italiani (Cngei), l’associazione di scoutismo laico più antica d’Italia. L’iniziativa ha coinvolto 800 operatori provenienti da venti diverse associazioni di volontariato, al lavoro con 4.500 ragazzi, accompagnati da 1.500 familiari in un’esperienza lunga 13 giorni, dal 1° al 13 agosto a Pianezze di Vialfrè, nel territorio torinese vicino Ivrea.

Valter Mione, presidente di Aido Piemonte, spiega a Donatorih24 come l’associazione sia sempre in prima linea per sostenere iniziative che coinvolgano i giovani, nell’ottica di trasmettere loro i valori della solidarietà e l’impegno civico: «Vogliamo avvicinare i ragazzi al volontariato, per garantire il presente, ma soprattutto il futuro di una scelta di vita che cambia l’esistenza di molti. Potranno scegliere Aido come realtà a cui affiliarsi, o altre associazioni, a noi interessa solo trasmettere un messaggio positivo».

I tredici sottocampi che ospitano circa 300 esploratori ed esploratrici dai 12 ai 16 anni, sono organizzati per coinvolgere i ragazzi in tante attività all’aria aperta, tra cui trovano spazio anche momenti dedicati all’educazione alla donazione. Aido Piemonte con il suo stand è accanto ai giovani per sensibilizzarli con attività di formazione: «Abbiamo coinvolto trenta nostri volontari – continua Mione – che ogni giorno spiegano ai ragazzi la realtà del dono e i cardini dell’attività di volontariato».

L’11 agosto è in programma la serata di saluti tra Aido e scout. Il momento verrà dedicato a un incontro speciale con le famiglie dei ragazzi, per condividere progetti e iniziative, ma soprattutto avvicinare più persone possibile alla realtà del dono: «Sarà una serata molto ricca, apriremo la nostra realtà a tutti gli adulti e i ragazzi maggiorenni presenti al campo. L’occasione è unica per accrescere il numero di adesioni e informare», conclude Mione.

La donazione organi non ha più segreti per gli scout CNGEI
I volontari della Sezione Pluriprovinciale Biella/Vercelli al campo nazionale SCOUT CNGEI a Pianezze di Vialfrè ( To).
Con giovani in arrivo da Cremona, Firenze, Lonigo Vicentino, Milano, Napoli, Roma  abbiamo parlato nella giornata del 10 agosto in 4 laboratori sulla  DONAZIONE. Unanime il riscontro: i ragazzi hanno elaborato alcune frasi molto consapevoli di cosa sia un dono e di conseguenza a cosa e perché serve il trapianto….. questi ragazzi molto svegli e attenti ci hanno fatto crescere insieme a loro, noi volontari abbiamo predisposto nelle 4 sessioni della giornata semplici spiegazioni senza usare termini difficili e scientifici riscontrando subito grande interesse!!!! Sono state fatte anche molte domande sul tema AIDO e sul tema della donazione, grazie a tutti questa è stata un’esperienza molto costruttiva e sentita ripetono in coro i volontari: Brunella, Marcello e Maria Teresa.

Grande interesse per gli scopi di AIDO da diffondere al ritorno dal campo che terminerà il 13 agosto.

Un sentito grazie ad AIDO Piemonte e a tutti i suoi volontari che si sono intervallati in questa settimana per diffondere la cultura della donazione!!!

 

CONSIDERAZIONI FINALI A CURA DEL PRESIDENTE AIDO PIEMONTE

SIG. VALTER MIONE

” Comunque sia andata, è stato un successo ! ”  ” Un’esperienza unica e forse irripetibile ! “

Cari amici, queste due affermazioni provano in qualche modo a sintetizzare le forti emozioni provate dai nostri volontari al campo nazionale scout Cngei di Pianezze di Vialfrè TO : 13 giorni vissuti con passione, dedizione e grande partecipazione, coinvolti dall’entusiasmo di migliaia di ragazzi, di diverse fasce di età, ma accomunati dalla medesima attenzione e condivisione  del problema sociale da noi presentato e messo in campo, una tematica complessa , ma che è stata sicuramente ben recepita ed apprezzata.

Abbiamo programmato da diversi mesi il nostro intervento alla manifestazione ed i 27 volontari Aido che hanno aderito all’iniziativa, con le uniche defezioni dell’ultimo minuto di Vergnano, Rinaldi, Ciervo e Mongilardi , che sono stati fermati da problemi famigliari o di salute, nonostante le evidenti difficoltà che abbiamo dovuto affrontare nei primi giorni, a causa della confusione organizzativa generata nel campo dall’inaspettata assenza della loro leader Maria Angela Botta ( in bocca al lupo ancora per una prontissima ripresa ! ) , siamo riusciti con la doverosa pazienza e competenza, che da sempre ci contraddistinguono, a riequilibrare la situazione , incontrando in modo diretto quasi 600 giovani scout , in modo indiretto almeno altrettanti  ragazzi, oltre a diversi componenti di una decina di realtà associative presenti con noi nel campo ed a numerosissimi adulti , con i quali mi sono confrontato ieri sabato 11 agosto in tarda serata, raccogliendo nuove adesioni, compilate e sottoscritte dai responsabili scout Cngei provenienti da tutta Italia.

Un doveroso ringraziamento va rivolto ai nostri volontari, encomiabili per l’impegno profuso, oltre che ai vari responsabili scout che hanno agevolato la nostra presenza nel campo, in modo particolare Eva, Elena e Salvo, persone davvero speciali : un grazie di cuore, chiaramente,  anche a Maria Angela, che mi ha contattato a suo tempo, proponendo questa bellissima iniziativa, a cui il nostro direttivo ha aderito fin da subito con grande entusiasmo.

Dopo aver ascoltato i pareri ed i commenti di tutti i nostri volontari, credo di poter affermare con certezza che dal punto di vista emotivo e passionale si sia trattato di un evento davvero significativo, che ha arricchito il patrimonio culturale di ognuno di noi, venendo a conoscenza di un mondo  in gran parte sconosciuto.

Devo inoltre comunicare che abbiamo avanzato diverso materiale promozionale, ovvero matite, braccialetti ( 1.700 , disponibili al costo iniziale di acquisto ) , cartelline ed alcuni poster legati al progetto , di cui ho già ricevuto richieste, in particolare dalle sezioni provinciali di Alessandria e Biella Vercelli.

Dal punto di vista legato alla comunicazione vi prego di utilizzare il testo dell’intervista da me rilasciata alla testata on line “donatorih24” , oltre alle numerose immagini pubblicate sulle pagine social, che saranno completate in giornata da quelle raccolte nell’intensissima giornata conclusiva di ieri : da segnalare anche che sul sito degli scout Cngei.it  è stato pubblicato un ampio articolo “Alla scoperta delle associazioni e del volontariato” , dove sono state riportate alcune mie personali considerazioni.

Grazie a tutti di cuore ,

Buona estate , un abbraccio Valter