In questo periodo emergenziale, per fortuna non mancano le buone notizie e gli esempi positivi dal mondo del volontariato, locale e non, che rimane sempre in prima linea per dare una mano a chi è in difficoltà.

I volontari AIDO del gruppo InterComunale “Francesco Barbonaglia – Giuseppe Lovascio” OdV Vercelli, hanno deciso di effettuare delle donazioni a favore di alcune situazioni particolarmente difficili legate alla diffusione della pandemia covid- 19 nella città di Vercelli e nei comuni periferici.

In particolare, sono state effettuate donazioni private per supportare la RSA di Piazza Mazzini a Vercelli, con una raccolta fondi dedicata denominata “#Vercelli Chiamò Casa di riposo Emergenza Covid -19”; sono state effettuate donazioni private in collaborazione con l’Associazione Turistica Pro Loco Folkloristica Pezzanese a favore dell’ASL di Vercelli, per acquistare materiale medico per il personale; si è aderito al progetto cittadino per raccogliere fondi per donare alimenti e farmaci alle famiglie indigenti.

L’Associazione, non potendo sviluppare le consuete campagne informative e le varie attività legate alla mission di AIDO (come l’organizzazione di eventi quali banchetti informativi, convegni ecc.), in questo momento triste che sta vivendo la nostra comunità, ha pensato di sostenere queste nobili attività di propaganda del dono, facendo, inoltre, veicolare il messaggio di AIDO come senso civico di solidarietà e di vita.

Questo monito potrebbe fare da cassa di risonanza per potere avere maggior sostegno ampliando la platea degli aderenti alle varie iniziative intraprese, sempre nell’ottica della massima trasparenza, perché ogni piccola goccia fa grande il mondo.

Il dono, infatti, in tutte le sue forme, è una relazione e la donazione non è altro che il segno di questa relazione che diventa una modalità straordinaria per costruire identità.

Il Presidente

Marcello Casalino